Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2019-2022

Indice della pagina



1 dicembre 2020

Roma  lì 01/12/2020

 

All'attenzione dell'on. Ministro Prof. Gaetano Manfredi

 

Al Segretario Generale Dott.ssa Maria Letizia Melina

 

Ministero dell'Università e della  Ricerca

 

 

 

Oggetto: Raccomandazione per la risoluzione dell'imbuto formativo, tutela qualità della formazione e concorso SSM

 

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

 

VISTO l'articolo 36 del dal Decreto Legislativo n. 368 del 17 agosto 1999 come modificato dall'art.21, comma 1, lettera b) del decreto legge 12 settembre 2013, n.104, convertito con modificazioni dalla legge 8 novembre 2013, n.128

VISTO il decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 10 agosto 2017, n.   130, recante il nuovo "Regolamento concernente le modalità per l'ammissione  dei  medici  alle  scuole di specializzazione in medicina, ai sensi dell'art.36, comma 1, decreto legislativo 17 agosto 1999, n.368"

 

VISTE le Proposte della Conferenza Stato - Regioni e delle Province Autonome del 26 Settembre 2019, relativamente alla carenza dei medici specialisti e in particolare il punto n. 14 recante la

«Valorizzazione del ruolo del Medico Specializzando»;

VISTO l'articolo 43 del DL n.368\1999 con il quale viene istituito l'Osservatorio Nazionale della Formazione Medica Specialistica;

TENUTO CONTO che i contratti banditi per il concorso SSM 2020 sono stati in totale 14.456, a fronte di 23744 candidati, con l'esclusione di più di 9.000 giovani medici dalla formazione specialistica.

RICHIAMATA la mozione approvata nell'adunanza di Luglio 2020 da questo Consiglio  con  oggetto Imbuto formativo e qualità della formazione;

 

 

RACCOMANDA

 

In merito all'organizzazione del percorso di formazione medica specialistica:

 

 

-        L'istituzione di un tavolo di lavoro al fine di elaborare una riforma strutturale relativamente all'organizzazione della formazione medica specialistica con i seguenti obiettivi:

  • l'azzeramento dell' "imbuto formativo", con un rapporto fra contratti di formazione banditi e candidati di 1 a 1
  • la tutela della qualità della formazione medica specialistica, tramite meccanismi che portino ad una continua elevazione degli standard
  • l'introduzione di un Core Curriculum Nazionale della formazione
  • la tutela e la retribuzione delle prestazioni straordinarie erogate dal medico in formazione
    • una distribuzione dei contratti di formazione specialistica nelle diverse specialità, in base alle esigenze sanitarie e alla futura carenza di organico nel nostro SSN

 

In merito al concorso SSM:

 

-        Di garantire il controllo, nonché l'omogeneità delle condizioni ambientali di svolgimento della prova concorsuale, tramite allestimento di grandi ambienti che assicurino la presenza di una distanza adeguata tra le postazioni in tutte le sedi concorsuali;

-        Che il Ministero dell'Università e della Ricerca fornisca un'adeguata bibliografia ed un syllabus dettagliato riguardanti gli argomenti del concorso, al fine di ridurre al minimo la componente di casualità.

-        L'istituzione di un tavolo di lavoro con i dirigenti e tecnici del MUR, al fine di riformare le modalità concorsuali SSM e di valutare:

  • modalità condivise per ridurre al minimo la dispersione dei contratti.
    • modalità di scorrimento della graduatoria e di scaglioni straordinari che ottimizzino la fase di scelta e scongiurino ogni possibile dispersione dei contratti;
    • Di implementare il sistema operativo telematico a supporto della prova concorsuale per rendere le operazioni di assegnazione e scorrimento più rapide;
    • Di pubblicare i risultati ufficiali delle precedenti edizioni, in termini di punteggio differenziati per sede e scuola di specializzazione, nonché il numero di contratti abbandonati prima dell'immatricolazione o nel corso del periodo di formazione.


Versione pdf del documento