Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2019-2022

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2021Revisione delle classi di concorso per l’insegnamento per la classe di Laurea LM-75, Scienze e tecnologie per l’ambiente e per il territorio

12 aprile 2021

Roma, 12 Aprile 2021

 

 

 

Alla cortese attenzione dell'On. Ministro

 

dott.ssa Maria Cristina Messa

 

Ministero dell'Università e della Ricerca

 

e p.c.

 

Al Direttore Generale

 

dott.ssa Maria Letizia Melina

 

Ministero dell'Università e della Ricerca

 

 

 

Alla cortese attenzione dell'On. Ministro

 

prof. Maurizio Patrizio Bianchi

 

Ministero dell'Istruzione

 

Oggetto: revisione delle classi di concorso per l'insegnamento per la classe di Laurea LM-75, Scienze e tecnologie per l'ambiente e per il territorio
IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI
VISTO l'allegato A del D.M. n. 259 del 9 maggio 2017;
CONSIDERATO che la classe LM-75 Scienze e tecnologie per l'ambiente e per il territorio è una Classe di Laurea Magistrale con formazione multidisciplinare con l'obiettivo di formare una figura professionale multidisciplinare ed esperta in materia ambientale;
CONSIDERATO che la sovracitata classe contiene insegnamenti afferenti alle scienze agrarie, biologiche, ingegneristiche e architettoniche;
CONSIDERATO che sebbene i laureati afferenti a tale classe siano specialisti del settore ambientale con competenze nei più disparati ambiti campi, sono fortemente penalizzati al momento della partecipazione ai concorsi per l'insegnamento. Hanno, infatti, la possibilità di accedere soltanto a due classi di concorso A-28 (Matematica e Scienze) e A-50 (Scienze naturali, chimiche e biologiche). Nella fattispecie, è data loro la possibilità di accesso alla classe di concorso A-28 solo se il titolo di laurea sia stato conseguito nell'anno 2018/2019 oppure, se conseguito a partire dall'a.a. 2019/2020, purché il piano di studi, tra Laurea Triennale e Laurea Magistrale, abbia previsto almeno 132 crediti nei settori scientifico disciplinari MAT, FIS, CHIM, GEO, BIO, INF/01, INF-ING/05, di cui almeno 30 in MAT, 12 in FIS, 6 in CHIM, 6 in GEO, 6 in BIO, 6 in INF/01 o in ING-INF/05 o in SECS-S/01;
TENUTO CONTO che le dette classi di concorso sono contese con un numero non indifferente di Classi di Laurea e dunque non ad accesso esclusivo;
CONSIDERATO che nonostante la formazione multidisciplinare della Classe di Laurea, i rispettivi laureati non hanno modo di accedere a classi di concorso pertinenti, nonostante il percorso di studio, come quelle disponibili per le classi: LM-4, LM-69, LM-70;
CHIEDE
- la revisione delle classi di concorso per detta Classe di Laurea, con la possibilità, previa verifica dei requisiti tra Laurea Triennale e Laurea Magistrale, di consentire maggiori opportunità lavorative nel mondo della scuola ai neolaureati;
- l'inclusione della Classe di Laurea in oggetto nei concorsi pubblici banditi dal Ministero dell'Istruzione e da quello dell'Università e della Ricerca.
Il Presidente Luigi Leone Chiapparino

 

Oggetto: revisione delle classi di concorso per l'insegnamento per la classe di Laurea LM-75, Scienze e tecnologie per l'ambiente e per il territorio

 

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

 

VISTO l'allegato A del D.M. n. 259 del 9 maggio 2017;

 

CONSIDERATO che la classe LM-75 Scienze e tecnologie per l'ambiente e per il territorio è una Classe di Laurea Magistrale con formazione multidisciplinare con l'obiettivo di formare una figura professionale multidisciplinare ed esperta in materia ambientale;

 

CONSIDERATO che la sovracitata classe contiene insegnamenti afferenti alle scienze agrarie, biologiche, ingegneristiche e architettoniche;

 

CONSIDERATO che sebbene i laureati afferenti a tale classe siano specialisti del settore ambientale con competenze nei più disparati ambiti campi, sono fortemente penalizzati al momento della partecipazione ai concorsi per l'insegnamento. Hanno, infatti, la possibilità di accedere soltanto a due classi di concorso A-28 (Matematica e Scienze) e A-50 (Scienze naturali, chimiche e biologiche). Nella fattispecie, è data loro la possibilità di accesso alla classe di concorso A-28 solo se il titolo di laurea sia stato conseguito nell'anno 2018/2019 oppure, se conseguito a partire dall'a.a. 2019/2020, purché il piano di studi, tra Laurea Triennale e Laurea Magistrale, abbia previsto almeno 132 crediti nei settori scientifico disciplinari MAT, FIS, CHIM, GEO, BIO, INF/01, INF-ING/05, di cui almeno 30 in MAT, 12 in FIS, 6 in CHIM, 6 in GEO, 6 in BIO, 6 in INF/01 o in ING-INF/05 o in SECS-S/01;

 

TENUTO CONTO che le dette classi di concorso sono contese con un numero non indifferente di Classi di Laurea e dunque non ad accesso esclusivo;

 

CONSIDERATO che nonostante la formazione multidisciplinare della Classe di Laurea, i rispettivi laureati non hanno modo di accedere a classi di concorso pertinenti, nonostante il percorso di studio, come quelle disponibili per le classi: LM-4, LM-69, LM-70;

 

CHIEDE

 

- la revisione delle classi di concorso per detta Classe di Laurea, con la possibilità, previa verifica dei requisiti tra Laurea Triennale e Laurea Magistrale, di consentire maggiori opportunità lavorative nel mondo della scuola ai neolaureati;

- l'inclusione della Classe di Laurea in oggetto nei concorsi pubblici banditi dal Ministero dell'Istruzione e da quello dell'Università e della Ricerca.

 

Il Presidente Luigi Leone Chiapparino

 

 



Versione pdf del documento