Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2019-2022

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2021Richiesta di tutele agli studenti fruitori della didattica in modalità telematica

12 febbraio 2021

Roma, 12 febbraio 2021

 

All'attenzione dell'On Ministro Dott. Prof. Gaetano Manfredi

Ministero dell'Università e della Ricerca

 

Alla Segretaria Generale Maria Letizia Melina

Ministero dell'Università e della Ricerca

 

 

 

 

Oggetto: Richiesta di tutele agli studenti fruitori della didattica in modalità telematica

 

Adunanza dell'11 e 12 febbraio 2021

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

 

VISTO l'articolo 1, comma 9 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 41 del

3   novembre   2020,   recante  "misure  urgenti  di contenimento  del contagio sull'intero territorio nazionale", punti u e v;

 

VISTO il documento approvato in data 8 settembre 2011 dal Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, denominato "Carta dei diritti degli studenti"

 

CONSIDERATO che nell'Anno Accademico 2020/2021 permangono le stesse problematiche riscontrate durante il Lockdown, sia nell'ambito organizzativo e didattico dei singoli atenei sia sul piano della condizione studentesca e tutela del Diritto allo Studio, tra cui spiccano:

 

- una forte disomogeneità rispetto ai metodi con cui la didattica viene erogata dai vari atenei, dovuta soprattutto all'autonomia di scelta di questi ultimi;

 

- La mancanza tra molti studenti di una connessione internet stabile e di un dispositivo elettronici adatti alla fruizione del materiale digitale e delle videolezioni, dovuta a fattori economici e carenze infrastrutturali di alcune aree del Paese;

 

CONSIDERATO che l'emergenza sanitaria ha fatto emergere problematiche già esistenti dal punto di vista territoriale e da quello sociale, evidenziando da un lato la presenza di molte aree nel Paese che non godono ancora di una copertura stabile ad internet e di infrastrutture adeguate, mentre dall'altro acuendo le disuguaglianze tra la popolazione e rendendo ancora più insostenibile dal punto di vista economico il mantenimento degli studi per le fasce più deboli;

 

CONSIDERATI i recenti problemi constatati in materia di sicurezza e privacy, con particolare riferimento alle azioni di disturbo delle videolezioni in diretta attuate da anonimi;

 

CONSIDERATO che il protrarsi dell'emergenza impone una riflessione più in prospettiva sulla didattica in modalità telematica, da considerarsi non più come uno strumento temporaneo di ripiego, ma come unica valida alternativa per poter permettere a tutti gli studenti di fruire delle lezioni erogate dai docenti

 

 

APPROVA LA SEGUENTE MOZIONE:

 

 

Carta dei diritti delle studentesse e degli studenti in didattica a distanza Art. 1 - Principi Generali

1 - La presente carta fa salvi tutti i diritti già previsti dalla Carta dei diritti degli Studenti approvata dal Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari nella seduta dell'8 settembre 2011.

 

2 - I diritti e le tutele previsti dalla presente Carta sono riconosciuti a tutte le studentesse e gli studenti a prescindere da età, sesso, corso di laurea e stato di carriera.

 

3 - Il Ministero dell'Università e della Ricerca, gli Atenei e tutte le istituzioni di formazione in cui la presente carta entra in vigore, ne assicurano, con adeguati provvedimenti, l'attuazione e predispongono, ove non siano presenti, adeguati strumenti di controllo all'efficacia delle disposizioni.

 

Art. 2 - Didattica a distanza e didattica mista

 

1 - Lo studente ha diritto a poter fruire della didattica a distanza in modo pieno, gratuito e universale.

 

2 - Nello svolgimento della didattica a distanza, a garanzia della salute personale lo studente ha diritto a una pausa di almeno 15 minuti ogni 2 ore di lezione in forma telematica, come previsto dall'art 175, D.lgs. 81 del 2008.

 

3 - Lo studente ha diritto ad un'organizzazione delle attività didattiche che consentano la  frequenza sia delle lezioni a distanza che delle lezioni in presenza e dei laboratori e tirocini.

 

4 - Lo studente ha diritto, nello svolgimento telematico delle attività didattiche, a poter svolgere tirocini, laboratori e altre forme di didattica non frontale in presenza, gratuitamente e nel pieno rispetto delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro; ha altresì diritto, laddove non fosse possibile svolgere l'attività in presenza, ad un sistema di valutazione equo e adeguato alle modalità in cui le attività vengono svolte.

 

5 - Lo studente ha diritto a svolgere gli esami di profitto in presenza e dove previsto, in forma telematica, senza che l'opzione comporti differenze nello svolgimento e nelle modalità di valutazione della prova

 

6 - Nello svolgimento di una prova a distanza, la disconnessione dello studente dovuta a problemi di ordine tecnico non può costituire valido motivo di esclusione dalla prova; lo studente ha diritto di ripetere la prova nelle modalità previste dall'Ateneo.

 

Art. 3 - Diritto alla Privacy

 

1 - Ogni studente ha il diritto di vedere rispettata la propria privacy nello svolgimento della didattica a distanza e in particolare ha il diritto di

a) svolgere le proprie attività su piattaforme sicure e certificate, e con modalità di accesso sicure;

b) non condividere i propri dati sensibili;

c) prendere visione dell'informativa prevista dal Regolamento UE n. 2016/679 in materia di protezione dei dati personali;

 

Art. 4 - Materiale didattico e servizi bibliotecari

 

1 - Ogni studente ha diritto a ricevere il materiale didattico, in forma adeguata alla modalità digitale, prima dell'inizio delle lezioni e a poterne fruire durante tutta la durata del corso.

 

2 - Ogni studente ha diritto di poter accedere ai servizi bibliotecari di Ateneo, e in particolare al prestito, in qualsiasi circostanza.

 

3 - Lo studente ha il diritto di richiedere che le lezioni in forma telematica siano registrate e accessibili ai soli iscritti al Corso di Laurea, tramite piattaforme appositamente predisposte dall'Ateneo nel rispetto delle normative sulla Privacy.

 

Art. 5 Diritto alla Connessione e agli strumenti digitali

 

1 - Ogni studente ha diritto alla connessione internet, nonché ad avere accesso agli strumenti tecnici per poter svolgere l'attività didattica in forma telematica, in modo gratuito e universale.

 

2 - Ogni studente ha diritto a poter fruire gratuitamente delle piattaforme telematiche utilizzate dall'Ateneo.

 

3 - Ogni studente ha diritto a utilizzare le suddette piattaforme anche per svolgere attività telematiche di tipo associativo.

 

SI RISERVA

 

di procedere con successiva mozione all'integrazione del suddetto testo al documento approvato in data 8 settembre 2011 dal Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, denominato "Carta dei diritti degli studenti", con la volontà di produrre una Carta unica.

 

E CHIEDE

 

1) Che il Ministero dell'Università e della Ricerca, in accordo con la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, si impegni a promuovere e diffondere la su descritta Carta dei diritti negli atenei italiani

 

2) Che il Ministero dell'Università e della Ricerca si impegni, laddove necessario anche economicamente, per predisporre gli atti e gli strumenti necessari all'attuazione dei diritti riconosciuti nella su descritta Carta.

 

 

 

 

 

 

Roma, 12 febbraio 2021

All'attenzione dell'On Ministro Dott. Prof. Gaetano Manfredi

Ministero dell'Università e della Ricerca

Alla Segretaria Generale Maria Letizia Melina

Ministero dell'Università e della Ricerca

 

 

 

 

Oggetto: Richiesta di tutele agli studenti fruitori della didattica in modalità telematica

Adunanza dell'11 e 12 febbraio 2021

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

VISTO l'articolo 1, comma 9 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 41 del

3 novembre 2020, recante "misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale", punti u e v;

VISTO il documento approvato in data 8 settembre 2011 dal Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, denominato "Carta dei diritti degli studenti"

CONSIDERATO che nell'Anno Accademico 2020/2021 permangono le stesse problematiche riscontrate durante il Lockdown, sia nell'ambito organizzativo e didattico dei singoli atenei sia sul piano della condizione studentesca e tutela del Diritto allo Studio, tra cui spiccano:

- una forte disomogeneità rispetto ai metodi con cui la didattica viene erogata dai vari atenei, dovuta soprattutto all'autonomia di scelta di questi ultimi;


- La mancanza tra molti studenti di una connessione internet stabile e di un dispositivo elettronici adatti alla fruizione del materiale digitale e delle videolezioni, dovuta a fattori economici e carenze infrastrutturali di alcune aree del Paese;

CONSIDERATO che l'emergenza sanitaria ha fatto emergere problematiche già esistenti dal punto di vista territoriale e da quello sociale, evidenziando da un lato la presenza di molte aree nel Paese che non godono ancora di una copertura stabile ad internet e di infrastrutture adeguate, mentre dall'altro acuendo le disuguaglianze tra la popolazione e rendendo ancora più insostenibile dal punto di vista economico il mantenimento degli studi per le fasce più deboli;

CONSIDERATI i recenti problemi constatati in materia di sicurezza e privacy, con particolare riferimento alle azioni di disturbo delle videolezioni in diretta attuate da anonimi;

CONSIDERATO che il protrarsi dell'emergenza impone una riflessione più in prospettiva sulla didattica in modalità telematica, da considerarsi non più come uno strumento temporaneo di ripiego, ma come unica valida alternativa per poter permettere a tutti gli studenti di fruire delle lezioni erogate dai docenti

APPROVA LA SEGUENTE MOZIONE:

Carta dei diritti delle studentesse e degli studenti in didattica a distanza Art. 1 - Principi Generali

1 - La presente carta fa salvi tutti i diritti già previsti dalla Carta dei diritti degli Studenti approvata dal Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari nella seduta dell'8 settembre 2011.

2 - I diritti e le tutele previsti dalla presente Carta sono riconosciuti a tutte le studentesse e gli studenti a prescindere da età, sesso, corso di laurea e stato di carriera.

3 - Il Ministero dell'Università e della Ricerca, gli Atenei e tutte le istituzioni di formazione in cui la presente carta entra in vigore, ne assicurano, con adeguati provvedimenti, l'attuazione e predispongono, ove non siano presenti, adeguati strumenti di controllo all'efficacia delle disposizioni.

Art. 2 - Didattica a distanza e didattica mista

1 - Lo studente ha diritto a poter fruire della didattica a distanza in modo pieno, gratuito e universale.


2 - Nello svolgimento della didattica a distanza, a garanzia della salute personale lo studente ha diritto a una pausa di almeno 15 minuti ogni 2 ore di lezione in forma telematica, come previsto dall'art 175, D.lgs. 81 del 2008.

3 - Lo studente ha diritto ad un'organizzazione delle attività didattiche che consentano la frequenza sia delle lezioni a distanza che delle lezioni in presenza e dei laboratori e tirocini.

4 - Lo studente ha diritto, nello svolgimento telematico delle attività didattiche, a poter svolgere tirocini, laboratori e altre forme di didattica non frontale in presenza, gratuitamente e nel pieno rispetto delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro; ha altresì diritto, laddove non fosse possibile svolgere l'attività in presenza, ad un sistema di valutazione equo e adeguato alle modalità in cui le attività vengono svolte.

5 - Lo studente ha diritto a svolgere gli esami di profitto in presenza e dove previsto, in forma telematica, senza che l'opzione comporti differenze nello svolgimento e nelle modalità di valutazione della prova

6 - Nello svolgimento di una prova a distanza, la disconnessione dello studente dovuta a problemi di ordine tecnico non può costituire valido motivo di esclusione dalla prova; lo studente ha diritto di ripetere la prova nelle modalità previste dall'Ateneo.

Art. 3 - Diritto alla Privacy

1 - Ogni studente ha il diritto di vedere rispettata la propria privacy nello svolgimento della didattica a distanza e in particolare ha il diritto di

a) svolgere le proprie attività su piattaforme sicure e certificate, e con modalità di accesso sicure;

b) non condividere i propri dati sensibili;

c) prendere visione dell'informativa prevista dal Regolamento UE n. 2016/679 in materia di protezione dei dati personali;

Art. 4 - Materiale didattico e servizi bibliotecari

1 - Ogni studente ha diritto a ricevere il materiale didattico, in forma adeguata alla modalità digitale, prima dell'inizio delle lezioni e a poterne fruire durante tutta la durata del corso.

2 - Ogni studente ha diritto di poter accedere ai servizi bibliotecari di Ateneo, e in particolare al prestito, in qualsiasi circostanza.

3 - Lo studente ha il diritto di richiedere che le lezioni in forma telematica siano registrate e accessibili ai soli iscritti al Corso di Laurea, tramite piattaforme appositamente predisposte dall'Ateneo nel rispetto delle normative sulla Privacy.


Art. 5 Diritto alla Connessione e agli strumenti digitali

1 - Ogni studente ha diritto alla connessione internet, nonché ad avere accesso agli strumenti tecnici per poter svolgere l'attività didattica in forma telematica, in modo gratuito e universale.

2 - Ogni studente ha diritto a poter fruire gratuitamente delle piattaforme telematiche utilizzate dall'Ateneo.

3 - Ogni studente ha diritto a utilizzare le suddette piattaforme anche per svolgere attività telematiche di tipo associativo.

SI RISERVA

di procedere con successiva mozione all'integrazione del suddetto testo al documento approvato in data 8 settembre 2011 dal Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, denominato "Carta dei diritti degli studenti", con la volontà di produrre una Carta unica.

E CHIEDE

1) Che il Ministero dell'Università e della Ricerca, in accordo con la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, si impegni a promuovere e diffondere la su descritta Carta dei diritti negli atenei italiani

2) Che il Ministero dell'Università e della Ricerca si impegni, laddove necessario anche economicamente, per predisporre gli atti e gli strumenti necessari all'attuazione dei diritti riconosciuti nella su descritta Carta.



Versione pdf del documento