Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2019-2022

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2021Estensione accesso gratuito in tutti i musei nazionali per tutti gli studenti universitari

12 febbraio 2021

Roma, 12 febbraio 2021

 

Alla cortese attenzione

dell'On. Ministro

Prof. Gaetano Manfredi

Ministero dell'Università e della Ricerca

 

dell'On. Ministro

Avv. Dario Franceschini

Ministero per i beni culturali e le attività culturali e del turismo

 

e p.c.

 

Al Segretario Generale

Dott.ssa Maria Letizia Melina

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

LORO SEDI

Oggetto: Estensione accesso gratuito in tutti i musei nazionali per tutti gli studenti universitari.

 

Adunanza del 11-12 febbraio 2021

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

 

VISTO l'art. 43 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 dicembre 2019, n. 169 «I musei, i parchi archeologici, le aree archeologiche e gli altri luoghi della cultura di appartenenza statale sono istituzioni permanenti, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo. Sono aperti al pubblico e compiono ricerche che riguardano le testimonianze materiali e immateriali dell'umanità e del suo ambiente; le acquisiscono, le conservano, le comunicano e le espongono a fini di studio, educazione e diletto, promuovendone la conoscenza presso il pubblico e la comunità scientifica».

 

VISTO l'art. 101 "Codice dei beni culturali e del paesaggio" in cui i musei sono descritti fra i luoghi della cultura, come «struttura permanente che acquisisce, cataloga, conserva, ordina ed espone beni culturali per finalità di educazione e di studio»

 

CONSIDERATO che i musei nazionali italiani, sono enti pubblici istituiti con apposita Legge dello Stato approvata dal Parlamento italiano e gestiti dal Ministero per i beni e le attività culturali (MiBACT), attraverso la Direzione generale Musei e le Direzioni regionali Musei operanti sul territorio;

 

CONSIDERATO il momento storico di crisi che stiamo vivendo, a causa del quale l'accesso alla cultura sta subendo un forte impatto negativo;

 

CONSIDERATA l'impossibilità, durante i mesi di chiusura di comuni e/o regioni, in base alla situazione specifica regionale imposta dal governo, di visitare i musei e mostre;

 

CONSIDERATA l'importanza dell'accesso alla cultura per la società e in particolare per i giovani e gli studenti universitari, come tassello primario per una ripartenza verso un periodo di ripresa, sociale ed economica, a cui il nostro paese dovrà andare incontro;

 

CONSIDERATO che alcune categorie di visitatori possono avere diritto a un biglietto gratuito tra i quali:

  • visitatori minori di 18 anni, inclusi quelli privi di cittadinanza europea;
  • gruppi o comitive di studenti delle scuole pubbliche e private dell'Unione Europea, accompagnati dai loro insegnanti, previa prenotazione e nel contingente stabilito dal capo dell'istituto;
  • allievi dei corsi di alta formazione delle Scuole del Ministero (Istituto Centrale per il Restauro, Opificio delle Pietre Dure, Scuola per il Restauro del Mosaico);
  • docenti e studenti dei corsi di laurea, laurea specialistica o perfezionamento post-universitario e dottorati di ricerca delle seguenti facoltà: architettura, conservazione dei beni culturali, scienze della formazione o lettere e filosofia con indirizzo archeologico o storico-artistico. Le medesime agevolazioni sono consentite a docenti e studenti di facoltà o corsi corrispondenti, istituiti negli Stati dell'Unione Europea. (L'ingresso gratuito è consentito agli studenti mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso, ai docenti mediante esibizione di idoneo documento);

 

CONSIDERATO che in virtù del Decreto ministeriale 9 gennaio 2019, n. 13, i cittadini dell'Unione europea dai 18 ai 25 anni hanno diritto all'ingresso agevolato, con biglietto di ingresso al costo di 2,00 euro;

 

CONSIDERATO che i musei statali situati nelle regioni a statuto speciale possono avere regole parzialmente differenti sul diritto all'accesso gratuito o ridotto;

 

CHIEDE

Che nel piano del Recovery Fund sia inserita la misura di estensione di accesso gratuito a tutti i musei nazionali per tutti gli studenti Universitari regolarmente iscritti al proprio Ateneo, come misura volta all'incentivazione dell'accesso alla cultura e come messaggio ideale di rilancio del paese a fronte di questo periodo di crisi.

 

Che il Ministero si faccia interprete presso il Ministero dei Beni culturali di una fruizione con costi agevolati per gli studenti universitari anche gli impianti museali non nazionali, facenti riferimento a fondazioni private.

 

 

Il Presidente
Luigi Leone Chiapparino



Versione pdf del documento