Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2019-2022

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2021Detassazione beni mestruali e distribuzione gratuita prodotti per l’igiene mestruale

12 febbraio 2021

Roma, 12 Febbraio 2021

Alla cortese attenzione

dell'On. Ministro

prof. Gaetano Manfredi

Ministero dell'Università e della Ricerca

dell'On. Sottosegretario

Dott. Giuseppe De Cristofaro

Ministero dell'Università e della Ricerca

Al Segretario Generale

dott.ssa Maria Letizia Melina

Ministero dell'Università e della Ricerca

LORO SEDI

 

Oggetto: Detassazione beni mestruali e distribuzione gratuita prodotti per l'igiene mestruale

Adunanza 11 e 12 febbraio 2021

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

VISTO l'art. 32 della Costituzione Italiana il quale recita: "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti."

VISTO il "Testo unico sull'Iva", al DPR 633/1972, all'interno del quale si evince chiaramente come essa sia ridotta al 4, al 5 e al 10 per cento per una serie di beni e servizi elencati nel decreto stesso, fra i quali non figurano i beni mestruali;

VISTE le recenti misure adottate dalla Scozia nel rendere gratuiti i beni mestruali attraverso il Period Products (Free Provision) (Scotland) Bill [1]

VISTO l'emendamento depositato da 32 parlamentari il 12 novembre 2019, poi bocciato e ripresentato con modifiche, e in seguito approvato il 28 Novembre 2019 con un'intesa in Commissione Finanze sul Decreto Fiscale per abbassare l'aliquota su prodotti sanitari e igienici - per donne, anziani e bambini - biodegradabili e compostabili dal 22% al 5%

VISTO l'emendamento al "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023" depositato dalla deputata Laura Boldrini e poi rigettato, all'interno del quale veniva richiesta una riduzione dell'Iva al 5% per tutti gli assorbenti, non solo quelli biodegradabili

CONSIDERATO che in paesi come Spagna, Grecia e Austria l'aliquota è prevista al 10%, e in Francia al 5,5%

CONSIDERATO che nel corso della vita fertile di una donna l'acquisto dei beni mestruali comporta un esborso di circa 1.704 euro per l'acquisto dei soli assorbenti, senza tenere in considerazione le spese per l'acquisto di medicinali per la cura dei sintomi connessi al ciclo

 

CONSIDERATO come l'imposta del 22% in particolare modo possa gravare sulle donne con reddito basso - se non nullo - e sia fattore di ulteriore discriminazione e disuguaglianza

 

CONSIDERATO il progetto realizzato presso Università Statale di Milano, con l'installazione di congrui distributori di assorbenti e tamponi a prezzi calmierati

CONSIDERATO come un lavoro istruttorio sulla stregua di quanto realizzato presso l'Università Statale di Milano sia in fase di progettazione anche in altri atenei d'Italia come Trento, Parma e il Politecnico di Milano

 

CONSIDERATO come simili proposte di fruizione gratuita dei beni mestruali siano state portate avanti in numerose comunità accademiche d'eccellenza [2]

CHIEDE

-       Che il Ministero si faccia interprete presso gli Atenei della necessità che il mondo accademico si mobiliti in primis nel contrasto alla povertà mestruale, come in molti atenei d'Europa e del mondo. La sollecitazione del Ministero deve essere volta a rimuovere dalle università qualsiasi discriminazione di genere sul tema, agevolando la sensibilizzazione e la ricerca accademica in merito; in quest'ottica, chiediamo che il Ministero possa farsi interprete della promozione di istanze afferenti al tema, quali la detassazione dei beni mestruali e analoghe tematiche.

-       Che il Ministero si faccia interprete presso gli Atenei della necessità di attivare misure di equità presso i poli universitari, all'interno dei quali per tutti coloro che lo necessitino, siano distribuiti gratuitamente o a prezzi calmierati beni mestruali, in modo tale da raggiungere una piena realizzazione del benessere di tutta la comunità all'interno di tutti edifici di pertinenza degli atenei stessi

 

Il Presidente
Luigi Leone Chiapparino

 


[1] https://www.parliament.scot/parliamentarybusiness/CurrentCommittees/112914.aspx

[2] https://www.dailyprincetonian.com/article/2019/05/free-menstrual-products-to-be-implemented-in-56-bathrooms-next-fall



Versione pdf del documento