Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2019-2021

Indice della pagina



20 luglio 2020

Roma, 20 Luglio 2020

 

Alla cortese attenzione

dell'On. Ministro

dott. Gaetano Manfredi

Ministero dell'Università e della Ricerca

 

dell'On. Vice Ministro

dott.ssa Anna Ascani

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

e p.c.

 

Al Capo Dipartimento

prof. Giuseppe Valditara

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

Al Direttore Generale

dott.ssa Maria Letizia Melina

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

Al Direttore Generale

dott. Daniele Livon

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

LORO SEDI

 

 

Oggetto: imbuto formativo e qualità della formazione.

 

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

VISTO l'articolo 36 del dal Decreto Legislativo n. 368 del 17 agosto 1999 come modificato dall'art.21, comma 1, lettera b) del decreto legge 12 settembre 2013, n.104, convertito con modificazioni dalla legge 8 novembre 2013, n.128

VISTO il decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 10 agosto 2017, n. 130, recante il nuovo "Regolamento concernente le modalità per l'ammissione dei medici alle scuole di specializzazione in medicina, ai sensi dell'art.36, comma 1, decreto legislativo 17 agosto 1999, n.368"

VISTE le Proposte della Conferenza Stato - Regioni e delle Province Autonome del 26 Settembre 2019, relativamente alla carenza dei medici specialisti e in particolare il punto n. 14 recante la «Valorizzazione del ruolo del Medico Specializzando»;

VISTO l'art. 237 comma 2 del Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, pubblicato nel supplemento ordinario n. 21 alla Gazzetta Ufficiale n. 128 del 19 maggio 2020, che nelle more della ricostituzione dell'Osservatorio Nazionale per la formazione medica specialistica, proroga per l'a.a. 2019\2020 l'accreditamento concesso per l'a.a.2018\2019, di fatto sancendo una mancata verifica dei requisiti di qualità delle scuole di specializzazione con grave rischio per la tutela della formazione dei medici specializzandi

TENUTO CONTO della peculiare situazione organizzativa e logistica che l'emergenza COVID-19 richiederà per garantire ai partecipanti una modalità concorsuale in condizioni di estrema sicurezza e tutela della salute di tutti, della necessità del mantenimento delle misure di distanziamento sociale e dell'uso dei dispositivi di protezione in luoghi chiusi;

VISTO l'articolo 43 del DL n.368\1999 con il quale viene istituito l'Osservatorio Nazionale della Formazione Medica Specialistica;

TENUTO CONTO delle precedenti e reiterate mozioni presentate da questo consesso con oggetto "richiesta attivazione dell'Osservatorio Nazionale per la Formazione Medico Specialistica (O.N.F.M.S.) e elezioni per il rinnovo della rappresentanza dei medici in formazione specialistica in seno allo stesso";

CHIEDE

In merito all'organizzazione del percorso di formazione medica specialistica:

-          L'attivazione dell'Osservatorio Nazionale per la Formazione Medico Specialistica (O.N.F.M.S.) e verifica dei requisiti di accreditamento;

-          L'istituzione di un tavolo di lavoro al fine di elaborare una riforma strutturale relativamente all'organizzazione della formazione medica specialistica con i seguenti obiettivi:

  • l'azzeramento dell'"imbuto formativo", con un rapporto fra contratti di formazione banditi e candidati di 1 a 1
  • la tutela della qualità della formazione medica specialistica, tramite meccanismi che portino ad una continua elevazione degli standard
  • l'introduzione di un Core Curriculum Nazionale della formazione
  • la tutela e la retribuzione delle prestazioni straordinarie erogate dal medico in formazione

In merito al concorso SSM:

-          La pubblicazione del bando SSM 2020 in tempi utili per consentire ai candidati una pianificazione delle tempistiche di preparazione al concorso e alla pianificazione di eventuali trasferimenti in base alla sede di svolgimento della prova;

-          La pubblicazione immediata della suddivisione e distribuzione dei contratti di formazione specialistica nelle diverse specialità, in modo che siano fornite tempestivamente ai candidati tutte le informazioni utili per una scelta consapevole della propria scuola-sede;

 

-          Di garantire il controllo, nonché l'omogeneità delle condizioni ambientali di svolgimento della prova concorsuale, tramite allestimento di grandi ambienti che assicurino la presenza di una distanza adeguata tra le postazioni in tutte le sedi concorsuali;

 

-          Che il Ministero dell'Università e della Ricerca fornisca un'adeguata bibliografia ed un syllabus dettagliato riguardanti gli argomenti del concorso, al fine di ridurre al minimo la componente di casualità.

 

-          L'istituzione di un tavolo di lavoro con i dirigenti e tecnici del MUR, al fine di riformare le modalità concorsuali SSM e di valutare:

  • modalità condivise per ridurre al minimo la dispersione dei contratti.
  • modalità di scorrimento della graduatoria e di scaglioni straordinari che ottimizzino la fase di scelta e scongiurino ogni possibile dispersione dei contratti;
  • Di implementare il sistema operativo telematico a supporto della prova concorsuale per rendere le operazioni di assegnazione e scorrimento più rapide;
  • Di pubblicare i risultati ufficiali delle precedenti edizioni, in termini di punteggio differenziati per sede e scuola di specializzazione, nonché il numero di contratti abbandonati prima dell'immatricolazione o nel corso del periodo di formazione.

 

 



Versione pdf del documento