Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2019Mozione sui costi del corso di specializzazione sul sostegno e casi di sospensione

25 marzo 2019

Alla cortese attenzione

dell'On. Ministro

prof.  Marco Bussetti

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

dell'On. Vice Ministro

dott. Lorenzo Fioramonti

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

e p.c.

 

Al Capo Dipartimento

prof. Giuseppe Valditara

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

Al Direttore Generale

dott.ssa Maria Letizia Melina

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

LORO SEDI

 

 

OGGETTO: MOZIONE SUI COSTI DEL CORSO DI SPECIALIZZAZIONE SUL SOSTEGNO E CASI DI SOSPENSIONE

Adunanza del 12 e 13 marzo

 

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

 

VISTO​ il decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'università e della ricerca 8 febbraio 2019, n.92,recante "Disposizioni concernenti le procedure di specializzazione sul sostegno di cui al decreto del MIUR n. 249/2010 e successive modificazioni";

 

VISTO il decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'università e della ricerca 21 febbraio 2018, che              autorizza un contingente di 14.224 posti per il IV ciclo del corso di specializzazione su sostegno e stabilisce i posti disponibili in ciascun ateneo;

 

VISTA la nota 29 dicembre 2014, n. 20175, recante "Procedura TFA. Chiarimenti", che ha per messo il congelamento dell'iscrizione al TFA in caso di maternità, gravi motivi di salute o di iscrizione ad un dottorato di ricerca;

 

CONSIDERATA la non regolarità della pubblicazione dei bandi del corso di specializzazione sul             sostegno e le numerose modifiche ai sistemi di reclutamento del personale docente le quali              potrebbero non garantire futuri corsi di specializzazione su sostegno, rendendo poco utile il             congelamento, come accaduto per coloro che hanno congelato il TFA nel II ciclo;

 

CONSIDERATO che la legge 11 dicembre 2016, n. 232, articolo 1, commi da 252 a 267, per gli                  studenti dei corsi di laurea e di laurea magistrale prevede l'esonero del contributo annuale per gli studenti che provengono da un nucleo familiare il cui ISEE è inferiore o eguale a 13.000 euro e riduzioni per fasce di reddito;

 

CONSIDERATO che nel decreto del Ministero dell'istruzione, dell'università della ricerca 10 agosto  2017, n.616, per i 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e didattiche necessari ai futuri concorsi docenti e per l'accesso al corso di specializzazione su sostegno è stata imposta agli atenei una contribuzione massima complessiva di 500 euro;

 

CHIEDE

 

Di diminuire i costi di iscrizione alle prove per il corso di specializzazione sul sostegno imponendo agli atenei un vincolo sul costo massimo, similmente a quanto fatto per i 24 CFU.

Di diminuire i costi di iscrizione ai corsi di specializzazione sul sostegno imponendo agli atenei un vincolo sul costo massimo e di considerare la variazione del contributo in funzione dell'ISEE come avviene per i corsi di laurea e di laurea magistrale.

Di permettere alle specializzande in maternità e fino ai 36 mesi successivi alla nascita, di scegliere se congelare il percorso di specializzazione oppure di permettere l'iscrizione al percorso senza obbligo di frequenza sugli insegnamenti e consentendo la frequenza dei laboratori e del tirocinio.

Di confermare il congelamento del corso di specializzazione per gravi motivi di salute.

Di confermare ai dottorandi la possibilità di scegliere se congelare il percorso di specializzazione oppure il dottorato di ricerca.

Che il Miur stabilisca che in tutti gli atenei il dottorato di ricerca sia tra i titoli valutabili.

Che il Miur pubblichi delle note di chiarimento sulla specializzazione sul sostegno in cui chiarisca che la specializzazione non garantisce una corsia preferenziale per l'immissione in ruolo su materia, in particolare che i docenti di ruolo su sostegno potranno chiedere il passaggio di cattedra solo se in possesso dell'abilitazione sulla specifica classe di concorso richiesta, come stabilito dall'art.4 del CCNI.

La Presidente

Anna Azzalin



Versione pdf del documento