Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2018Richiesta pubblicazione dello schema di riparto del Fondo Integrativo Statale 2018 e la pubblicazione dei dati relativi al fabbisogno delle singole regioni

12 ottobre 2018

Roma, 12 ottobre 2018

Alla cortese attenzione

dell'On. Ministro

prof.  Marco Bussetti

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

dell'On. Vice Ministro

dott. Lorenzo Fioramonti

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

e p.c.

 

Al Capo Dipartimento

prof. Giuseppe Valditara

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

Al Direttore Generale

dott.ssa Maria Letizia Melina

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

LORO SEDI

OGGETTO: RICHIESTA PUBBLICAZIONE DELLO SCHEMA DI RIPARTO DEL FONDO INTEGRATIVO STATALE 2018 E LA PUBBLICAZIONE DEI DATI RELATIVI AL FABBISOGNO DELLE SINGOLE REGIONI

Adunanza n. XV del 11 e 12 ottobre 2018

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

VISTO l'articolo 18, comma 1, lettera a) e c) e 7 del decreto legislativo 29 marzo 2012, n. 68;

VISTO l'art. 4, comma 13, del DPCM 9 aprile 2001 che stabilisce che "entro due mesi dalla pubblicazione delle graduatorie, e comunque entro e non oltre il 31 dicembre, e erogata agli studenti beneficiari la prima rata semestrale delle borse di studio";

VISTO il comma 272, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018- 2020" che stabilisce che "Le risorse [...] sono direttamente attribuite al bilancio dell'ente regionale erogatore dei servizi per il diritto allo studio [...] entro il 30 settembre";

VISTO lo stanziamento complessivo di bilancio pari a 216 milioni di euro a valere sul capitolo 1710 "Fondo Integrativo per la concessione delle borse di studio" dello stato di previsione della spesa del Ministero, dell'Università e della ricerca;

VISTO il Decreto n. 798/2017 del Ministro dell'istruzione, università e ricerca, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, di riparto del "Fondo integrativo per la concessione delle borse di studio anno 2017";

VISTO il parere ai sensi dell'articolo 4, comma 2, del decreto interministeriale n. 798 dell'11 ottobre 2017 reso dalla Conferenza Stato-Regioni con l'atto n. 59 dell'8 marzo 2018;

VISTO il comma 271 dell'articolo 1 della L.232/2016, in cui stabilisce che l'assegnazione delle risorse del fondo di cui al comma 268 del medesimo articolo avvenga, in attuazione dell'articolo 18 del d.lgs. 68/2012, in misura proporzionale al fabbisogno finanziario delle regioni;

RICHIAMATA la "mozione sui nuovi criteri di determinazione del fabbisogno regionale per l'assegnazione del fondo integrativo statale" approvata dal CNSU nella seduta n.V del 9 e 10 marzo 2017;

TENUTO CONTO che ad oggi il riparto del fondo integrativo statale non e ancora stato emanato;

CONSIDERATO che per garantire il diritto allo studio è necessario erogare le borse di studio in tempi certi e congrui alle esigenze degli studenti;

CONSIDERATO che il ritardo nella definizione dei fondi spettanti a ciascuna comporta il ritardo nell'assegnazione e conseguente erogazione delle borse di studio;

CONSIDERATE le dichiarazioni rese dal Responsabile del Dipartimento Università, prof. Giuseppe Valditara, in occasione dell'incontro tenutosi in data 11 ottobre 2018  circa le tempistiche di erogazione del Fondo Integrativo Statale, che devono avvenire entro la fine ottobre per il 60% ed entro dicembre per il restante.

RACCOMANDA

Che lo schema di riparto del fondo integrativo statale venga al più presto pubblicato, per favorire una puntuale programmazione finanziaria degli enti per il diritto allo studio e delle Regioni e dunque consentire l'erogazione delle borse di studio a tutti gli studenti idonei nel più breve tempo possibile.

CHIEDE

Altresì la pubblicazione dei dati provenienti dal calcolo del fabbisogno da parte delle singole regioni.

 

La Presidente

Anna Azzalin



Versione pdf del documento