Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2017Mozione inerente alla richiesta di tempestiva emanazione del Bando di concorso per accesso alle Scuole di Specializzazione di area medica con ripartizione dei contratti nel rispetto delle nuove procedure di accreditamento previste dal d.l. 402/2017

8 settembre 2017

Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari

Roma, 8 settembre 2017

 

Alla cortese attenzione

dell'On. Ministro

Valeria Fedeli

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

e p.c.

Al Capo Dipartimento

prof. Marco Mancini

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

Al Direttore Generale

dott.ssa Maria Letizia Melina

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

LORO SEDI

OGGETTO: MOZIONE INERENTE ALLA RICHIESTA DI TEMPESTIVA EMANAZIONE DEL BANDO DI CONCORSO PER ACCESSO ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DI AREA MEDICA CON RIPARTIZIONE DEI CONTRATTI NEL RISPETTO DELLE NUOVE PROCEDURE DI ACCREDITAMENTO PREVISTE DAL D.L. 402/2017

Adunanza n. 9 dell'8 settembre 2017

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI ADOTTA ALL'UNANIMITÀ IL SEGUENTE PARERE

VISTO il decreto legislativo. n. 368  del 1999  "Attuazione della direttiva 93/16/CEE in materia di libera circolazione dei medici e di reciproco riconoscimento dei loro diplomi, certificati ed altri titoli e delle direttive 97/50/CE, 98/21/CE, 98/63/CE e 99/46/CE che modificano la direttiva 93/16/CEE" che definisce gli standard e i requisiti della formazione specialistica dei medici e chirurghi;

VISTO l'art. 21 della Legge n. 128 dell'8 novembre 2013, che allo scopo di valorizzare il merito prevede per il concorso di accesso alle scuole di specializzazione di area medica una  graduatoria  nazionale  in  base  alla  quale  i vincitori  sono  destinati  alle  sedi  prescelte,  in  ordine  di  graduatoria e in base alle preferenze di sede;

VISTO il decreto n. 48 del 20 aprile 2015, che definisce il regolamento concernente le modalità per l'ammissione dei medici alle scuole di specializzazione in medicina, ai sensi dell'art. 36, comma 1, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 368;

VISTA la "Mozione inerente la richiesta di tempestivi provvedimenti volti al miglioramento dell'impianto del concorso di accesso alle scuole di specializzazione di area medica" dell'adunanza n.5 del 9 e 10 marzo 2017 presso il CNSU;

VISTO il comunicato rilasciato in data 13 maggio 2017 dal MIUR in cui si fa riferimento alle nuove modalità di regolamento per il concorso di accesso alle Scuole di specializzazione mediche;

VISTA la mozione inerente le tempistiche, il coordinamento con l'accesso ai corsi di formazione specifica in Medicina Generale e le modalità di concorso per l'accesso alle Scuole di specializzazione mediche a.a. 2016/2017, approvata durante l'adunanza n. 7 del 18 e 19 maggio 2017 presso il CNSU;

VISTO il D.L. n. 402/2017 del 13 giugno 2017 recante la definizione degli standard, dei requisiti e degli indicatori di attività formativa e assistenziale delle Scuole di specializzazione di area sanitaria ai sensi dell'art. 3, comma 3, del D.L. n. 68/2015 e il successivo completamento delle procedure di verifica e di valutazione da parte dell'Osservatorio Nazionale per la Formazione Medica Specialistica;

VISTO il completamento della valutazione degli ordinamenti didattici da parte di circa 1500 scuole di specializzazione proposte per accreditamento da parte del CUN durante la seduta straordinaria dell'11 luglio 2017;

VISTA l'interrogazione pubblicata dal CNSU durante l'adunanza n. 8 del 31 luglio 2017 riguardo norme, disposizioni e organizzazione del concorso per l'accesso alle scuole di specializzazione di area medica per l'a.a. 2016/2017;

VISTO il "Regolamento concernente le modalità per l'ammissione dei medici alle scuole di specializzazione in medicina, ai sensi dell'articolo 36, comma 1, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 368." pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 6 Settembre del decreto ministeriale 10 agosto 2017, n. 130;

CONSIDERATO inaccettabile il procrastinarsi dell'emanazione del bando per il concorso di accesso alle scuole di specializzazione di area medica e l'effetto deleterio che un ulteriore ritardo avrebbe sui tempi di presa di servizio dei candidati vincitori.

 

CHIEDE

La tempestiva emanazione del bando di concorso secondo le nuove e migliorate modalità previste dal Regolamento di cui sopra.

Altresì la ripartizione dei contratti di specializzazione esclusivamente all'interno delle Scuole che siano risultate conformi alla valutazione operata dall'Osservatorio Nazionale sulla Formazione Medica Specialistica, anche nel rispetto del lavoro svolto dal Consiglio Universitario Nazionale durante la seduta straordinaria dell'11 luglio u.s.

Che il bando di concorso rechi tutti i chiarimenti necessari per esplicitare le modalità di correzione dei quesiti e ogni altra informazione utile allo svolgimento della prova.

Inoltre che il bando stabilisca le modalità di definizione della graduatoria di modo che, stante la possibilità di esprimere fino a 3 preferenze di tipologia di scuola senza vincolo di area, sia possibile la piena assegnazione dei contratti a tutti i concorrenti posizionatisi in posizione utile, nel rispetto dei limiti temporali della presa di servizio sanciti dal futuro bando di concorso.

Infine la pronta istituzione di un tavolo tecnico congiunto tra gli attori istituzionali dei ministeri interessati, preposto alla valutazione e alla revisione tecnica del bando di concorso, volto al miglioramento dello stesso in conformità ai principi esposti nella nota ministeriale M.I.U.R. del 13 maggio u.s. di cui sopra.

 

 

Il Presidente

Anna Azzalin



Versione pdf del documento