Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2015Riforma del tirocinio post lauream ed esame di stato per l'accesso all'albo degli psicologi

8 maggio 2015

Roma, 8 Maggio 2015

Alla cortese attenzione

dell'On. Ministro

prof.ssa Stefania Giannini

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

e p.c

.

Al Capo Dipartimento

Prof. Marco Mancini

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

SEDE

Oggetto: Riforma del tirocinio post lauream ed esame di stato per l'accesso all'albo degli psicologi

 

Adunanza n.13 del 7 e 8 maggio 2015

 

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

ADOTTA ALL'UNANIMITA' LA SEGUENTE MOZIONE

 

 

VISTA la legge 56/89, che regolamenta la professionalità degli psicologi, la legge 196/97, rispetto ai tirocini formativi e il DPR 328/01, che regolamenta l'accesso all'Albo degli psicologi per esercitare la professione;

 

VISTA la convergenza d'intenti tra il CNSU e il CNOP, Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Psicologi, rispetto alla richiesta di un tavolo di discussione col MIUR a proposito del tirocinio post - lauream e delle prove dell'esame di stato per l'accesso alla professione dello psicologo e rispetto ad alcune tematiche che si vogliono sollevare;

 

CONSIDERATO il rapporto Almalaurea 2015, che evidenzia come per i laureati del ramo psicologico non si raggiunga la media di retribuzione dei 1.100euro mensili nei primi cinque anni post - lauream, e questo è relativo anche ai tempi necessari per conseguire l'abilitazione alla professione allo stato attuale (12 mesi di tirocinio e in media 6 mesi per lo svolgimento delle prove dell'esame di stato) e l'interezza del percorso formativo post universitario;

 

CONSIDERATA la frammentarietà delle tempistiche relative all'esame di stato tra le diverse regioni, e le convenzioni oltre che le modalità con cui si svolgono le attività di tirocinio abilitante"

 

 

CHIEDE

 

- L'effettiva apertura da parte del MIUR di un tavolo tecnico di discussione a proposito dell'accesso alla professione di psicologo.

 

- Che all'interno del tavolo suddetto vengano coinvolte direttamente le rappresentanze studentesche, creando un luogo di discussione che comprenda così tutte le parti coinvolte dalla questione.

 

- Nel merito della questione, che si costruisca un ordinamento nazionale rispetto all'apertura delle convenzioni per il tirocinio post - lauream, e che uniformi a livello nazionale, le tempistiche dello svolgimento complessivo delle prove dell'esame di stato.

 

- Che si inserisca a livello nazionale un monitoraggio rispetto alla formazione dei tutor e della qualità dello svolgimento delle attività formative all'interno del tirocinio;

 

- Che le prove dell'Esame di stato, ad oggi dal numero eccessivo (e di conseguenza dispendiose in termini di tempi e costi per il singolo tirocinante e per gli enti coinvolti) e non realmente valutative delle capacità di strutturare un intervento psicologico, vengano ridotte a due, scritta e orale, correlate anche all'esperienza di tirocinio.

 

- Che il tirocinio post - lauream venga ridotto a sei mesi (500 ore), integrando all'interno del piano di studi universitario le 500 ore previste per i requisiti di accesso all'esame di stato.

 

- Che nell'ambito delle ore previste nel tirocinio post - lauream si prevedano a livello legislativo l'attribuzione di rimborsi spese per ogni tirocinante, o comunque una reale garanzia, non a discrezione degli enti, della sostenibilità delle ore di tirocinio diparte del singolo.

 

 

 

Il Presidente

Andrea Fiorini



Versione pdf del documento