Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2014 Mozione sull’accesso all’insegnamento per i laureati in Scienze politiche

26 giugno 2014

Alla cortese attenzione

dell'On. Ministro

prof.ssa Stefania Giannini

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

Al CapoDipartimento del MIUR

Dott. Marco Mancini

 

Al Presidente del CUN

Prof.  Andrea Lenzi

e p.c.

Egr. Direttore Generale

dott. Daniele Livon

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

SEDE

 

OGGETTO: Mozione sull'accesso all'insegnamento  per i laureati in Scienze politiche.

 

Adunanza n. 7 del 25 e del 26  giugno 2014

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

ADOTTA ALL'UNANIMITÀ LA SEGUENTE MOZIONE

 

RILEVATO che ai sensi dei DD. MM. 39/1998 e 22/2005 i laureati in Scienze politiche o Scienze della amministrazione, ordinamento quadriennale previgente, hanno accesso alla Classe 19/A - Discipline giuridiche ed economiche solo purché abbiano conseguito la laurea entro l'Anno Accademico 2000-01.

RITENUTO che questo limite temporale rappresenti una disparità di trattamento non giustificata da significative modificazioni intercorse negli ordinamenti didattici delle suddette Lauree dopo il 2001,  a seguito dell' introduzione del nuovo ordinamento previsto ex decreto n. 509/1999.

RILEVATO ALTRESI' che ai sensi dei DD. MM. 39/1998 e 22/2005 i laureati in Scienze politiche, Relazioni internazionali sia dell' Ordinamento "ex decreto n. 509/1999 (70/S e 60/S), sia di quello ex decreto n. 270/2004 (LM 62 E LM52) non hanno accesso alla Classe 19/A - Discipline giuridiche ed economiche.

RITENUTO che questa esclusione sia insensata e discriminatoria, vista la coerenza tra gli Ordinamenti delle Classi di laurea in questione e le conoscenze richieste ai fini dell'insegnamento nella Classe di concorso in oggetto.

CONSIDERATO che  l'art. 168 TU 1592/33 sancisce l'equipollenza  tra "la laurea in Scienze Politiche e quella in Giurisprudenza per l'ammissione a tutti i concorsi per le Amministrazioni governative, salvo che per la carriera giudiziaria.

VISTO il Decreto Interministeriale 9 luglio 2009, Equiparazioni tra diplomi di lauree di vecchio ordinamento, lauree specialistiche (LS) ex decreto n. 509/1999 e lauree magistrali (LM) ex decreto n. 270/2004, ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi che sancisce l' equiparazione del Diploma di Laurea in Scienze Politiche (vecchio ordinamento), tra le altre, alle Lauree Specialistiche 60/S - Relazioni Internazionali e 70/S - Scienze della Politica, 71/S - Scienze delle pubbliche amministrazioni e alle Lauree magistrali LM 52- Relazioni internazionali e LM 62- Scienze della politica.

CONSIDERATA la nota della Commissione Didattica del CUN nella seduta del 10 giugno nella quale, a seguito di varie richieste formali e informali di integrazione del D.M. 22/2005, si ritiene necessaria una revisione complessiva del D.M. suddetto, in modo da affrontare la questione dell'accesso alle classi di concorso in maniera coerente per tutte le lauree magistrali coinvolte, e si rende disponibile il CUN a fornire le proprie competenze nel processo di revisione di tale decreto, anche ai sensi del comma 4 dell'art. 4 del D.M. 270/2004, al fine di prevenire l'insorgere di ulteriori criticità.

 

RITIENE

necessario ed urgente sanare questa situazione di evidente ed ingiustificata disparità, tramite un intervento normativo che:

 

1)      elimini il limite temporale del conseguimento del titolo entro l'anno accademico 2000-01 (previsto nella Tabella allegata al DM 39/98) per l'ammissione alla classe 19/A

 

2)       aggiunga  fra le Classi di lauree  che consentono  l'ammissione all'insegnamento nella Classe 19/A  le Classi di laurea specialistica 60/S - Relazioni Internazionali e  70/S Scienze della Politica, e le Classi di laurea magistrale  LM 52 Relazioni internazionali LM62 Scienze della politica.

 

RITIENE altresì necessario che il CUN, che ha già avallato la necessità di una revisione D.M. 22/2005, si esprima in particolare in merito all'oggetto della presente mozione.

 

Il Presidente

Andrea Fiorini



Versione pdf del documento