Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2014Mozione riguardante il parametro ISEE di detrazione dall'imposta lorda sul reddito per carichi di famiglia

26 giugno 2014

Alla c.a.

Ministro Prof. Pier Carlo Padoan

Ministero dell'Economia e delle Finanze

 

Ministro Prof.ssa Stefania Giannini
Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca

E p.c.

Capo di Dipartimento
Prof. Marco Mancini

LORO SEDI

Oggetto: mozione riguardante il parametro ISEE di detrazione dall'imposta lorda sul reddito per carichi di famiglia

 

Adunanza n. 7 del 25 e del 26  giugno 2014

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

 

ADOTTA ALL'UNANIMITÀ LA SEGUENTE MOZIONE

VISTO Il Testo Unico delle imposte sui redditi (T.U.I.R.), DPR 22 dicembre 1986 n. 917, modificato dal D.L. 28 dicembre 2013 n. 149 convertito con modificazioni dalla Legge 21 febbraio 2014 n. 13, e modificato dal D.Lgs. 4 marzo 2014 n.44;

 

VISTO In particolare, l'art. 12 (Detrazioni per carichi di famiglia) primo comma, lettere c) e d) e il comma 1-bis, che prevedono specifiche detrazioni dall'imposta sul reddito per carichi di famiglia articolate in relazione al numero dei figli;

 

VISTO Il comma 2 dell'art.12 T.U.I.R., che ai fini dell'ottenimento delle detrazioni di cui ai commi 1 e 1-bis dello stesso articolo, subordina l'inclusione della persona nel nucleo familiare alla condizione che essa possieda un reddito complessivo non superiore a  euro 2840,51;

CONSIDERATO Che l'importo previsto dal comma 2 art.12 in 2840,51 euro è un reddito che non garantisce in alcun modo l'indipendenza economica dal nucleo familiare in relazione all'attuale costo della vita

 

CONSIDERATO Che tale importo definisce l'esclusione dall'applicazione delle detrazioni fiscali per carichi di famiglia di soggetti che percepiscono redditi dipendenti superiori a tale cifra;

 

CONSIDERATO Che di conseguenza la condizione degli studenti universitari e delle loro famiglie risulta inficiata da tale previsione legislativa, poiché può escludere dalle relative agevolazioni fiscali numerosi studenti che svolgono attività lavorative con redditi superiori, essenziali per il proseguimento degli studi;

Che le borse e i premi di studio finanziati da soggetti privati, fondazioni e imprese  sono rilevanti ai fini del superamento dell'importo stabilito dall'art. 12 co. 2 del DPR 917/1986

 

CHIEDE

 

che venga rivalutata al rialzo la cifra dell'importo massimo ai fini dell'inclusione nel nucleo familiare per detrazioni per carichi di famiglia dall'imposta sul reddito, ora definita in 2840,51 euro;

che tale cifra venga aggiornata periodicamente tenendo conto degli indici ISTAT riguardanti l'inflazione monetaria e il costo della vita;

che le borse e i premi di studio non vengano conteggiati ai fini del calcolo dell'importo previsto dal comma 2 art.12 T.U.I.R. per l'ottenimento delle detrazioni fiscali per carichi di famiglia.

 

 

Il Presidente

Andrea Fiorini



Versione pdf del documento