Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina



27 febbraio 2014

Alla c.a. Ministro

On. Stefania Giannini

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

e p,c,

Al Direttore Generale

per l'Università, lo Studente ed il Diritto allo Studio del M.I.U.R.

Dott. Daniele Livon

 

LORO SEDI

Oggetto: Università digitale

adunanza n. 5 del 26 e del 27 Febbraio 2014

 

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

ADOTTA ALL'UNANIMITÀ LA SEGUENTE MOZIONE

 

VISTO il Decreto Sviluppo 2012 - Misure urgenti per l'agenda digitale e la trasparenza nella pubblica amministrazione. Decreto Legge , testo coordinato 22.06.2012 n° 83 , G.U. 11.08.2012, in particolare Art. 19 - Istituzione dell'Agenzia per l'Italia digitale e Art. 20 - Funzioni, capo 3 "In particolare l'Agenzia esercita le sue funzioni nei confronti delle pubbliche amministrazioni allo scopo di promuovere la diffusione delle tecnologie digitali nel Paese e di razionalizzare la spesa pubblica."  A tal fine l'Agenzia:

a) contribuisce alla diffusione dell'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, allo scopo di favorire l'innovazione e la crescita economica, anche mediante lo sviluppo e l'accelerazione della diffusione delle Reti di nuova generazione (NGN);

b) detta indirizzi, regole tecniche e linee guida in materia di sicurezza informatica e di omogeneità dei linguaggi, delle procedure e degli standard, anche di tipo aperto, in modo da assicurare anche la piena interoperabilità e cooperazione applicativa tra i sistemi informatici della pubblica amministrazione e tra questi e i sistemi dell'Unione europea;

c) assicura l'omogeneità, mediante il necessario coordinamento tecnico, dei sistemi informativi pubblici destinati ad erogare servizi ai cittadini ed alle imprese, garantendo livelli uniformi di qualità e fruibilità sul territorio nazionale, nonché la piena integrazione a livello europeo;

d) supporta e diffonde le iniziative in materia di digitalizzazione dei flussi documentali delle amministrazioni, ivi compresa la fase della conservazione sostitutiva, accelerando i processi di informatizzazione dei documenti amministrativi e promuovendo la rimozione degli ostacoli tecnici, operativi e organizzativi che si frappongono alla realizzazione dell'amministrazione digitale e alla piena ed effettiva attuazione del diritto all'uso delle tecnologie, previsto dall'articolo 3 del codice dell'amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive modificazioni;

e) vigila sulla qualità dei servizi e sulla razionalizzazione della spesa in materia informatica, anche in collaborazione con CONSIP Spa e SOGEI Spa;

f) promuove e diffonde le iniziative di alfabetizzazione informatica rivolte ai cittadini, nonché di formazione e addestramento professionale destinate ai pubblici dipendenti, anche mediante intese con la Scuola superiore della pubblica amministrazione e il Formez, e il ricorso a tecnologie didattiche innovative, nell'ambito delle dotazioni finanziarie disponibili, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica;

g) effettua il monitoraggio, anche a campione, dell'attuazione dei piani di Information and Communication Technology (ICT) delle pubbliche amministrazioni, redatti in osservanza delle prescrizioni di cui alla lettera b), sotto il profilo dell'efficacia, economicità e qualità delle realizzazioni, proponendo agli organi di governo degli enti e, ove necessario, al Presidente del Consiglio dei Ministri, le conseguenti misure correttive, nonché segnalando alla Corte dei conti casi in cui si profilino ipotesi di danno erariale;

h) svolge attività di progettazione e coordinamento delle iniziative strategiche e di preminente interesse nazionale, anche a carattere intersettoriale, per la più efficace erogazione di servizi in rete della pubblica amministrazione a cittadini e imprese;

i) costituisce autorità di riferimento nazionale nell'ambito dell'Unione europea e internazionale; partecipa all'attuazione di programmi europei al fine di attrarre, reperire e monitorare le fonti di finanziamento finalizzate allo sviluppo della società dell'informazione;

l) adotta indirizzi e formula pareri facoltativi alle amministrazioni sulla congruità tecnica ed economica dei contratti relativi all'acquisizione di beni e servizi informatici e telematici, anche al fine della piena integrazione dei sistemi informativi;

m) promuove, anche a richiesta di una delle amministrazioni interessate, protocolli di intesa e accordi istituzionali finalizzati alla creazione di strutture tecniche condivise per aree omogenee o per aree geografiche, alla risoluzione di contrasti operativi e al più rapido ed effettivo raggiungimento della piena integrazione e cooperazione applicativa tra i sistemi informativi pubblici, vigilando sull'attuazione delle intese o degli accordi medesimi.

 

VISTO il Decreto legge del 9 febbraio 2012, n. 5, convertito in legge dalla L. 4 aprile 2012, n. 35, nello specifico articolo 48 - "Dematerializzazione di procedure in materia di università" che cita:

1. Le procedure di iscrizione  alle  università  sono effettuate  esclusivamente   per   via   telematica.   Il   Ministero dell'istruzione,   dell'università   e   della   ricerca   cura   la costituzione  e  l'aggiornamento  di  un  portale  unico,  almeno  in italiano e in inglese, tale da consentire il reperimento di ogni dato utile per l'effettuazione della scelta da parte degli studenti.

2. A decorrere dall'anno accademico 2013-2014, la verbalizzazione e la registrazione degli esiti degli esami, di profitto  e  di  laurea, sostenuti dagli  studenti  universitari  avviene  esclusivamente  con modalità informatiche senza nuovi o maggiori oneri  a  carico  della finanza pubblica. Le università adeguano conseguentemente  i  propri regolamenti.".

CONSIDERATE: Le "Linee guida Università digitale 2012" in cui si descrivono le linee guide per l'accelerazione del processo di digitalizzazione e semplificazione amministrativa degli atenei con l'introduzione, il potenziamento e la standardizzazione di diversi servizi:

  • l'iscrizione on line e la verbalizzazione digitale degli esami;
  • il fascicolo personale dello studente,
  • l'automazione dei flussi informativi;
  • l'adozione di servizi VoIP;
  • l'intera copertura dei campus con reti wi-fi;

 

 

CHIEDE

Al Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Che sia fornito al CNSU un quadro completo del grado di applicazione delle Università italiane delle seguenti disposizioni imposte dalle legge:

  • l'iscrizione on line e la verbalizzazione digitale degli esami;
  • il fascicolo personale dello studente,
  • l'automazione dei flussi informativi;
  • l'adozione di servizi VoIP;
  • l'intera copertura dei campus con reti wi-fi;

 

Che sia imposta per decreto ministeriale la trasposizione totale dal libretto cartaceo o affini, a quello digitale. Ad oggi, infatti ancora numerosi sono gli Atenei che prevedono i libretti cartacei e/o modalità di registrazione degli esami obsolete che ledono la privacy dello studente e che in taluni casi possono influenzare il giudizio di voto dei docenti.

 

Che siano promulgate importanti linee guida sulla promozione, realizzazione e utilizzo dei Mooc, Massive Open Online Courses, al fine di incentivarne lo sviluppo nel sistema Universitario italiano.

 

Il Presidente

Andrea Fiorini



Versione pdf del documento