Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina



15 giugno 2012

Prot. n. 33
Spedito il 18.06.2012

Roma, 15 Giugno 2012

 

Alla c.a. Ministro
Prof. Ing. Francesco PROFUMO

E p.c.
Capo di Gabinetto
Dott. Luigi FIORENTINO

Direttore Generale
Dott. Daniele LIVON

Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
SEDE

Oggetto: .c.d. "Pacchetto Merito"

Adunanza n. 12 del 14 e 15 Giugno 2012

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

ADOTTA ALL'UNANIMITÀ LA SEGUENTE MOZIONE

RITIENE GRAVE la totale assenza di dialogo e di un qualsiasi tentativo di collaborazione da parte del Ministro Profumo su un provvedimento che ha la pretesa di essere per il futuro dell'università e della scuola. Nonostante le numerose dichiarazioni di intento sulla volontà di coinvolgere attivamente tutte la parti sociali, istituzionali di rappresentanze studentesche, le numerose proposte avanzate dal Cnsu non solo non sono state accolte, ma non sono state neppure prese in considerazione. Nel mancato coinvolgimento del Cnsu nella formazione del c.d. 'Decreto merito' si è persa l'occasione di dare voce alle istanze degli studenti, coloro che più di chiunque altro sono oggetto delle disposizioni in via di approvazione;

CONSIDERATO quanto appreso dai mezzi di comunicazione, altre indiscrezioni circa il contenuto del c.d. 'Decreto merito', che sarà a breve licenziato dal Consiglio dei Ministri;

RITIENE INSUSSISTENTI i requisiti di necessità ed urgenza richiesti dall'art. 77 Cost. per l'emanazione di un decreto legge.

RICHIEDE pertanto che le misure in oggetto vengano sottoposte alla discussione parlamentare secondo il normale iter legislativo previsto dall'art. 72 Cost. in modo tale da permettere un confronto democratico fra le parti politiche e sociali anche tramite audizioni informali;

RITIENE GRAVE che vengano demandati tutti i compiti di attuazione del c.d. 'Decreto merito' a decreti non regolamentari del Miur con l'unico scopo di eludere i meccanismi obbligatori di consultazione delle istituzioni universitarie (fra le altre Cun, Crui e questo stesso Consiglio).

RITIENE GRAVEMENTE INSUFFICIENTI le misure in via di adozione rispetto all'obiettivo che esse si prefiggono. Nonostante il c.d. 'Decreto merito' sia stato presentato come la svolta che l'Europa ci chiede nel settore dell'istruzione e della cultura, la meritocrazia indicata dal Ministro pare più mediatica che di sostanza.

CHIEDE



che il Ministro adotti formalmente un parere del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari prima dell'emanazione del testo legislativo, mettendo a disposizione le bozze e tutto il materiale informativo necessario ad una adeguata valutazione delle disposizioni in esame.



Il Presidente
Mattia Sogaro



Versione pdf del documento