Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina



29 settembre 2011

Prot. n. 59
Spedito il 29 settembre 2011

Roma, 29 settembre 2011

Alla c.a.
Ministro On.le Avv. Mariastella GELMINI
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

E p.c.
Direttore Generale
Dott. Daniele LIVON

Direttore Generale
Dott. Luciano CHIAPPETTA
Capo Dipartimento
Prof. Giovanni BIONDI
SEDE

Oggetto: Mozione riguardante il processo di attuazione D.M. 10 settembre 2010, n. 249

 

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

 

VISTO     il Decreto Ministeriale del 10 Settembre 2010 n° 249, che stabilisce la creazione di una nuova Laurea Magistrale per coloro che vorranno abilitarsi all'insegnamento della lingua inglese e di una seconda lingua straniera;

VISTA     la tabella 3 del suddetto Decreto, la quale stabilisce che i requisiti da ottenere nel corso della Laurea Triennale, per accedere ai nuovi percorsi di laurea magistrale per l'insegnamento nella scuola media inferiore della lingua inglese e di una seconda lingua straniera, sono:
a)   almeno 18 CFU nei SSD relativi alla lingua inglese;
b) almeno 12 CFU nella seconda lingua comunitaria per la quale si intende conseguire l'abilitazione;

CONSIDERATO CHE    se con "lingua comunitaria" si intende "lingua parlata all'interno della Comunità Europea", ciò prevederebbe l'esclusione di alcune lingue, come ad esempio la lingua russa, ma anche altre lingue non comunitarie come la lingua cinese e la lingua araba;

VISTO CHE    in numerosi Atenei italiani molti studenti decidono di intraprendere lo studio di queste lingue per l'importanza sempre maggiore di esse nel contesto internazionale, pur non escludendo, in ogni caso, la possibilità di abilitarsi all'insegnamento;

VISTO CHE    la vecchia SISS abilitava ad una sola lingua, mentre le nuove procedure per l'abilitazione all'insegnamento prevedono l'abilitazione a due lingue contemporaneamente;
CONSTATATO CHE   coloro che studiano inglese e una seconda lingua non comunitaria non potranno abilitarsi, oltre che nella seconda lingua, neanche alla lingua inglese, perchè la loro seconda lingua non è comunitaria.

RICHIEDE CHE

  • nei requisiti di cui al punto b), venga messo come requisito valido anche una lingua non comunitaria, come nell'esempio portato della lingua russa, così come altre lingue quali cinese e arabo; in questo modo non si escluderebbe chi ha studiato lingue non comunitarie dalla possibilità di accedere alle Lauree Magistrali per l'insegnamento nella scuola secondaria di primo grado;
  • di tenere presente questa modifica (e quindi che venga messo come requisito valido al punto b) anche una lingua non comunitaria) quando si andrà a procedere alla stesura di norme per l'abilitazione all'insegnamento nella scuola secondaria di secondo grado, evitando di ripetere lo stesso errore.

Il Presidente del CNSU
Mattia Sogaro



Versione pdf del documento