Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina



8 settembre 2011

Prot. n.50
Spedito il 8 settembre 2011

 

Roma, 8 settembre 2011
Alla c.a. Ministro
On.le Avv. Mariastella GELMINI
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

E p.c.
Direttore Generale
Dott. Daniele LIVON

Direttore Generale
Dott. Luciano CHIAPPETTA

Capo Dipartimento
Prof. Giovanni BIONDI
SEDE

Oggetto: processo di attuazione D.M. 10 settembre 2010, n. 249

Adunanza del 8 settembre 2011

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

APPROVA LA SEGUENTE MOZIONE

CONSIDERATO il tardivo processo d'attuazione del D.M. del 10 settembre 2010, n.249;

CONSIDERATO l'apparente volontà dell' On. Ministro Gelmini di riformare i numeri dei docenti della scuola di ogni grado tramite una riforma degli accessi alle abilitazione all'insegnamento;

CONSIDERATA la poca trasparenza nel calcolo del fabbisogno di docenti nelle scuole di ogni ordine e grado, che appare formulato al netto del numero dei precari che si è deciso smaltire, trascurando lo stesso dato normativo che impone il rispetto della percentuale del 50 percento destinata ai giovani laureati non abilitati.

CONSIDERATA la consequenziale confusione in cui l'opinione pubblica versa, data la totale disinformazione in merito ai posti disponibili definiti dal dicastero dell'Università concernenti all'istituzione dei Corsi di Laurea Magistrale che permetteranno l'accesso ai Tirocinio Formativo Attivo per l'insegnamento delle scuole medie inferiori e superiori,disinformazione operata anche nel corso dell'ultima conferenza stampa del 31 agosto 2011;

VISTO che nei prossimi anni i posti disponibili per le lauree magistrali e le abilitazioni all'insegnamento saranno ridotti a una quantità irrisoria (si fa riferimento alla tabella allegata), che oltre ad essere assolutamente insufficiente a rispondere alle reali necessità della scuola, impedirà ai giovani di abilitarsi;

APPROVA LA SEGUENTE MOZIONE

Il CNSU esprime vive preoccupazioni per la situazione venutasi a creare dopo la chiusura delle SSIS del 2008 per quanto riguarda l'abilitazione dei giovani insegnanti.
Tenendo conto della grave situazione in cui versa il Paese, si chiede che il Ministro riveda l'impianto del decreto di prossima emanazione, tenendo conto non solo delle giuste aspirazioni dei precari inseriti nelle GaE, ma anche concedendo la possibilità alle giovani generazioni, secondo un numero congruo, di conseguire l'abilitazione.
Se questo non avverrà avremo per alcune classi di concorso (matematica, materie letterarie ed altre) un numero di poche unità in alcune regioni e in alcune classi di concorso, precludendo di fatto ai giovani la possibilita' di insegnare nei prossimi anni; questo aumenterà l'età media del corpo docente italiano, già oggi tra le più alte in Europa.

 

Il Presidente
Mattia Sogaro



Versione pdf del documento