Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina


  • Home pageMozioni2011Modalità accesso all’albo dei Laureati in Ingegneria (V.O. – Vecchio ordinamento) - prot. 5 del 18.1.2011

18 gennaio 2011

Prot. n. 5
Spedito il 18 gennaio 2011

 

Roma, 18 gennaio 2011 Alla c.a. Ministro
On.le Avv. Mariastella GELMINI
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

E p. c. Direttore Generale
Dott. Marco TOMASI
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
SEDE

Oggetto: problemi urgenti relativi al D.P.R. sulla Riforma di accesso alle Professioni e Modalità accesso all'albo dei Laureati in Ingegneria (V.O. - Vecchio Ordinamento)

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

VISTO il DpR 328\01 "Modifiche ed nintegrazione della disciplina dei requisiti per l'ammissione all'esame di stato e delle relative prove per l'esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi Ordinamenti";

VISTA la Legge 102 del 03 Agosto 2009, Gazzetta Ufficiale n. 179 del 04 Agosto 2009 - Suppl Ordinario n. 140, conversione in legge, con modificazioni, del Decreto Legge del 01 Luglio 2009, n. 78, Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 150 del 01 Luglio 2009 con cui è stato restituito il diritto, fino al 2010, ai laureati in quell'anno vecchio ordinamento in Ingegneria ed Archiattura di sostenere l'esame di stato e di iscrizione all'Albo di Iscirizione al su citato Decreto del Presidente della Repubblica, secondo quanto garantito al momento dell'entrata a far parte di codesto Ateneo;

VISTO il dispositivo  n.01/09 dell'Osservatorio degli Studenti della Facoltà di Ingegneria del 18/05/2009;

CONSIDERATA la discriminazione cui saranno sottoposti tutti gli studenti di Ingegneria che conseguiranno la laurea secondo l'ordinamento previgente alla riforma universitaria (antecedente il D.M. 509/1999) e tutti quei laureati che non sosterranno l'esame di Stato prima della scadenza del periodio transitorio dettato dal decreto milleproroghe in corso di approvazione al Senato.
Pertanto ne consegue una disparità di trattamento tra chi conseguirà l'abilitazione professionale prima della scadenza di detto periodo transitorio e chi, pur appartenendo allo stesso Ordinamento ed avendo seguito un identico percorso formativo, sarà equiparato ai futuri laureati del Nuovo Ordinamento che seguono un percorso didattico totalmente differente.

ADOTTA ALL'UNANIMITÀ LA SEGUENTE MOZIONE

Alla luce dei dati forniti dal MIUR-URST "Ufficio di Statistica", secondo i quali in data 31/01/2010 ben 8.887 studenti risultavano iscritti, nei vari atenei italiani, al Corso di laurea quinquennale in Ingegneria secondo l'ordinamento previgente alla riforma universitaria; si corre il rischio che gli studenti e laureati del Vecchio Ordinamento di Ingegneria siano costretti a sostenere un tirocinio obbligatorio di un anno per poter accedere alla prova di abilitazione alla professione oltre il rischio di dovere conseguire ulteriori titoli di studio per poter accedere agli altri settori dello stesso albo.

CHIEDE

Che venga estesa nel tempo e a tutti gli studenti che conseguiranno la laurea in Ingegneria secondo la previgente riforma universitaria (ex D.M. 509/99), la possibilità di sostenere l'esame di Stato secondo l'ordimanento previgente al DPR 328/2001, superato il quale sia garantito l'accesso, simultaneo e non ulteriormente condizionato, a tutti i settori in cui è stato diviso l'albo professionale.

 

Il Presidente
Mattia Sogaro



Versione pdf del documento