Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina


  • Home pageDocumenti2019Interrogazione circa la copertura delle borse di studio facenti parte dei fondi accantonati previsti in legge di stabilità su ffo e fis

25 marzo 2019

Ministero dell'Istruzione,

dell'Università e della Ricerca

Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari

 

Roma,  13 marzo 2019

 

Alla cortese attenzione

dell'On. Ministro

prof.  Marco Bussetti

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

dell'On. Vice Ministro

dott. Lorenzo Fioramonti

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

e p.c.

 

Al Capo Dipartimento

prof. Giuseppe Valditara

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

Al Direttore Generale

dott.ssa Maria Letizia Melina

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

 

Al Direttore Generale

dott. Daniele Livon

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

LORO SEDI

OGGETTO: INTERROGAZIONE  CIRCA LA COPERTURA DELLE BORSE DI STUDIO FACENTI PARTE DEI FONDI  ACCANTONATI PREVISTI IN LEGGE DI STABILITÀ SU FFO E FIS

Adunanza 12 e 13 marzo 2019

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

CONSIDERATO che il Fondo Integrativo Statale 2018 è di 237 milioni, cifra già insufficiente per erogare borse di studio e servizi a tutti gli idonei, causando più di 5.000 idonei non beneficiari;

CONSIDERATO che il Fondo di finanziamento ordinario per le università 2018 è di 7 miliardi 327 milioni e 189.147 euro, con un aumento esponenziale (circa il 4,3% rispetto all'anno precedente) dei fondi vincolati che riducono l'autonomia degli atenei;

VISTA la tabella n°7 della nota integrativa alla legge di stabilità per il 2019 dove sono previsti circa 100 milioni di accantonamenti per evitare le infrazioni europee, nello specifico: 30 milioni alla ricerca, 40 milioni Fondo di Finanziamento Ordinario, 30 milioni tolti al Fondo Integrativo Statale;

CONSIDERATO che tale taglio mette a rischio la sostenibilità economica degli atenei e aumenta di circa 10.000 unità gli idonei non beneficiari;

CONSIDERATO che la valutazione della salute dei conti pubblici e quindi il nullaosta a procedere all'utilizzo di tali somme che avverrà nel mese di Luglio risulta troppo tardiva rispetto alle esigenze degli studenti che saranno costretti ad anticipare tutte le spese per poi ricevere un eventuale rimborso, snaturando cosi lo strumento della borsa di studio;

CONSIDERATO che come da Nota integrativa della legge di bilancio 2019, per sbloccare i fondi accantonati il deficit non dovrà superare il 2,04%.

CHIEDE

Delucidazioni in merito alle modalità e alle risorse con cui il Ministero intenderà sopperire ad una eventuale mancanza di fondi, qualora non si avverassero le condizioni per le quali sarebbero sbloccati gli accantonamenti citati qui sopra. In particolare si sottolinea come il blocco di tali risorse inerisce alla copertura di circa 10.000 Borse di Studio, creando fortissimi disagi al sistema di diritto allo studio nazionale.



Versione pdf del documento