Emblema della Repubblica Italiana

Consiglio Nazionale degli
Studenti Universitari

Ministero dell'Università e della Ricerca

2016-2019

Indice della pagina



20 novembre 2015

Roma, 20 Novembre 2015

 

Alla cortese attenzione

dell'On. Ministro

prof.ssa Stefania Giannini

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

e p.c.

Al Capo Dipartimento

Prof. Marco Mancini

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Dott. Michele Moretta

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Loro sedi


Oggetto: Raccomandazione riguardo il finanziamento del FIS nella legge di Stabilità 2016

Adunanza n.17 del 19 e 20 Novembre 2015

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

 

VISTA la Legge 2 dicembre 1991, n. 390 contenente le norme sul diritto alla studio universitario;

VISTO il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze 106303 del 27 dicembre 2013, di ripartizione in capitoli, che reca in corrispondenza del capitolo 1710 "Fondo Integrativo per la concessione di borse di studio" un importo pari a €162.666.308 per l'anno 2014.

VISTO il Decreto 101094 del 29 dicembre 2014 "Ripartizione in capitoli delle Unità di voto parlamentare relative al bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2015 e per il triennio 2015 - 2017", che al capitolo 1710 "Fondo Integrativo per la concessione di borse di studio" della tabella 7 riporta uno stanziamento per l'anno 2016 pari a  € 162.064.548.

VISTO l'art. 5 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 nella parte in cui delega il Governo ad emanare uno più decreti legislativi finalizzati a riformare in attuazione del Titolo V della parte II della Costituzione, della normative di principio in materia di diritto allo studio, al fine di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitano l'accesso all'istruzione superiore, e alla contestuale definzione dei livelli essenziali delle prestazioni (LEP) erogate dalle Università statali;

CONSIDERATO che gli studenti, con il pagamento della Tassa Regionale per il Diritto allo Studio, contribuiscono complessivamente al finanziamento del Diritto allo Studio nella misura di oltre 250 milioni di euro;

CONSIDERATO che nell'Anno accademico 2013/2014 più di 46.000 studenti idonei alla borsa di studio, pari al 25% del totale, sono risultati non beneficiari della stessa per mancanza di fondi.

CONSIDERATO che il numero di studenti idonei non beneficiari è stato pari a 46.167 per l'anno 2013/2014, corrispondente al 25% degli idonei totali.

CONSIDERATO che l'Italia rimane l'unico paese con la presenza di studenti idonei non beneficiari, dipendenti dalla mancata erogazione di fondi adeguati da parte dello Stato e delle Regioni.

RITENUTA necessaria un'inversione di tendenza sul fronte del diritto allo studio, nel rispetto dell'articolo 34 della Costituzione.

RICHIAMATA la mozione "Mozione riguardo il Fondo Integrativo Statale 2016 e i trasferimenti alle Regioni del Fondo Integrativo Statale 2014 e 2015" approvata all'unanimità dal CNSU nella seduta del 16 ottobre 2015, ove si chiede esplicitamente al MIUR: "Lo stanziamento in Legge di Stabilità 2016 di un fondo aggiuntivo sul Fondo Integrativo Statale per raggiungere un importo totale pari ad almeno 400 milioni di euro, al fine di garantire l'erogazione delle borse a tutti gli studenti idonei."

TENUTO CONTO del maxi emendamento 1.9000 alla legge di Stabilità 2016, il quale stanzia solamente 5 milioni aggiuntivi al Fondo Integrativo Statale a fronte dei 200 milioni necessari ad un'adeguata copertura delle borse di studio.

 

RACCOMANDA

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di esprimere una posizione rispetto all'insufficiente stanziamento di risorse tali da poter garantire adeguati livelli per il Diritto allo Studio, così come previsto dal dettato Costituzionale, eliminando di fatto la figura dello studente idoneo non beneficiario.

 

Il Presidente

Andrea Fiorini



Versione pdf del documento